19.11.16

Home decor - step by step



ITA -  La casa fa parte di noi. Vive con noi. Cresce. Si evolve. Ci segue attraverso ogni piccolo passo, cambiamento ed evoluzione.
Ecco perché sono fermamente convinta che il lavoro di un arredatore non sia mai completo, non sia mai realmente ultimato.
I luoghi del nostro vivere infondo sono come specchi e, in qualche modo, sono anch'essi vivi.
Questo è il motivo che mi spinge ad entrare in sintonia con un cliente, capire la direzione in cui sta volgendo la sua vita e progettare delle soluzioni che possano aiutarlo a soddisfare le nuove esigenze. Ogni singolo passo affrontato insieme e con attenzione.
La parte più difficile di questo lavoro probabilmente non è avere delle buone competenze tecniche o buon gusto, ma saper ascoltare e cogliere i reali bisogni delle persone per poterle aiutare a ritrovare sé stessi negli spazi progettati.
La parte più stimolante di questo lavoro è trovare un dettaglio che sia affine solo ad un cliente. L'unicità di un prodotto che sia il riflesso dell'unicità della persona.

Oggi, nelle tre immagini in alto, ho messo il work in progress di una stanza per gli ospiti. La proprietaria di questo alloggio ha rivoluzionato alcuni aspetti della sua vita e, grazie alla tecnologia, ora svolge il suo lavoro da casa. Insieme abbiamo trasformato quella stanza degli ospiti nel suo nuovo ufficio.
Insieme abbiamo abbinato alcuni arredi che possedeva ad altri elementi di design (ovviamente scandinavian design) e abbiamo aggiunto una panca realizzata, nel laboratorio ExPECTATION BY ARIANNA MORA, su misura con una tavola di legno massiccio e una semplice struttura in ferro  .
Vi piace?


ENG - Home is part of us. It lives with us. It grows. It evolves. It follows us through every little step, change and evolution.That's why I firmly believe that the work of an interior designer is never over, is never really finished.The places of our living are like mirrors and, in some way, they are also alive.This is the reason that pushes me to empathize with a client, to understand the direction in which his life is going and to design a solutions that can help the new requirements. Every step is faced together and carefully.The hardest part of this job is probably not have good technical skills or good taste, but to listen and grasp the real needs of people in order to be able to help find themselves in the designed spaces.The most challenging part of this job is to find a detail that is only similar to a customer.
The uniqueness of a product has to be a reflection of the uniqueness of a person.

Today, in the three images at the top, I show the work in progress of a guest room. The owner of this place has changed some aspects of her life and, thanks to technology, now she carries out her work from home. Together we have transformed the guest room in a new office.Together we have combined some furniture she already owned with other design elements (of course scandinavian design) and added a bespoke bench made, in the laboratory Expectation BY ARIANNA MORA, with a solid wood table and a simple iron structure.You like it?